Crea sito

 

Pagellina ricordo di d.G.Amorth
Ricordo in Flash
Power Point
A favore degli ultimi
 
Voce di d.Amorth
Blog
Video 1
Video 2
 

 

 


Annunziatine con don Alberione e Don Amorth


Mi sento emozionato a rivolgermi a voi, Annunziatine, a cui anche in questi anni ho pensato e per cui ho pregato ogni giorno, benché non ci siano più stati incontri, se non per visite occasionali.
Ricordo bene quel giorno del 1959, quando il Primo Maestro mi affidò i tre Istituti: Maria Santissima Annunziata, San Gabriele Arcangelo, Gesù Sacerdote. Dei primi due c’era appena un seme iniziale; per l’Istituto Gesù Sacerdote dovevo partire da zero. C’era proprio da rimboccarsi le maniche. Ma l’aiuto del Signore fu davvero straordinario, specie in quei primi mesi. Mi trovai così carico di lavoro che, dopo qualche anno, pregai il Primo Maestro di togliermi l’Istituto Gesù Sacerdote, e di affidarlo a don Lamera. Ma anche questo non bastò. Dopo alcuni anni ottenni dal Primo Maestro che affidasse l’Istituto S. Gabriele Arcangelo a don Lino Brazzo. E così fui totalmente a disposizione delle Annunziatine.
Vi ho dedicato 17 anni. Può sembrare poco tempo di fronte al 50°. Ma sono stati gli anni della crescita fiorente e dell’organizzazione richiesta dallo sviluppo. Ricordo il primo passo, quando si decise di formare i gruppi, con una Delegata per ogni gruppo. Seguirono poi annualmente, a Tor S. Lorenzo, i convegni generali delle Delegate. E ricordo quando si decise di dividere l’Italia in zone quasi regionali; e si svolsero così, una volta all’anno, anche i ritiri regionali. Subito poi, per aiutare ciascun membro ad essere fedele alle varie pratiche di pietà, si distribuirono i libretti delle “crocette”, che ognuna inviava a me ogni mese. Arrivai a scrivere oltre 600 lettere al mese per rispondere a tutta la posta.
Intanto si moltiplicarono anche i corsi annuali di Esercizi Spirituali, che ci hanno visti ospitati in varie case nelle varie zone d’Italia, e che terminavano con la serata d’allegria.
E non posso dimenticare il grande aiuto che mi diede la compianta suor Felicina Luci, sempre presente e mia fedelissima collaboratrice.
Questi sono stati gli inizi. Poi non sono mancati i periodi di crisi e di crescita; soprattutto di crescita, dal momento che sono venute a far parte dell’Istituto tante “facce nuove” rispetto a quelle che già conoscevo. Vi benedico di cuore e vi raccomando: avanti con fiducia nel Signore, nella Madonna, e nel beato Alberione, che vi ha veramente amato con cuore di padre.

Con affetto.

Don Gabriele Amorth | Voce |

PREGHIERA PER I DEFUNTI

Dio degli spiriti e di ogni carne,
che calpestasti la morte e annientasti il diavolo
e la vita al tuo mondo donasti;
Tu stesso o Signore, dona all'anima del tuo servo ...(nome)
il riposo in un luogo luminoso, in un luogo verdeggiante,
in un luogo di freschezza, donde sono lontani sofferenza,
dolore e gemito.
Quale Dio buono e benigno perdona ogni colpa da lui
commessa con parola,
con opera o con la mente; poiché non v'è uomo che viva
e non pecchi;
giacché tu solo sei senza peccato,
e la tua giustizia è giustizia nei secoli
e la tua parola è verità. Poiché tu sei la risurrezione,
la vita e il riposo del tuo servo ...(nome),
o Cristo nostro Dio, noi ti rendiamo gloria,
assieme al Padre tuo unigenito,
con il santissimo buono e vivificante tuo Spirito,
ora e sempre e nei secoli dei secoli. Riposino in pace. Amen.

 

Funerali solenni di don Gabriele Amorth

Il 19 settembre alle ore 15.00 sono stati celebrati i funerali nella Parrocchia-Basilica Santa Maria Regina degli Apostoli del sacerdote ed esorcista paolino don Gabriele Amorth, morto lo scorso 16 settembre all’età di 91 anni. Tantissimi fedeli, in questi giorni, hanno visitato la camera ardente allestita nella Sottocripta del Santuario dove riposano le spoglie del Beato Don Giacomo Alberione, Fondatore della Famiglia Paolina.

La liturgia funebre è stata presieduta dal vescovo ausiliare della diocesi di Roma per il settore Sud, mons. Augusto Paolo Lojudice, concelebrata dal Superiore generale della Società San Paolo, don Valdir José De Castro, e dal Superiore provinciale, don Eustacchio Imperato. Erano presenti sull’altare un centinaio di sacerdoti, tra cui numerosi confratelli Paolini, e tantissimi esorcisti. Al termine della celebrazione il presidente dell'Associazione internazionale degli esorcisti, padre Francesco Bamonte, ha ringraziato la nostra Congregazione per aver donato alla Chiesa una figura eminente come don Amorth.

Continua a leggere ...

Comunicato decesso Biografia Camera ardente Necrologio Omelia

   


 
Sopra Video da telefonino. Vedi su Youtube